Il futuro della nostra terra corre sui social

Intervista a Maurizio Iori

di Carmine Verduci – Che la Calabria fosse un universo fatto di luoghi, persone e personaggi che si muovono nel nome dell’amore per questa terra forse è già risaputo da tempo. Sono infatti moltissime le iniziative che propendono al rilancio di una terra che da troppo tempo è rimasta “isolata” a causa di una cattiva promozione approssimativa e disinformazione. Esistono però persone come Maurizio Iori che nonostante le origini siano ben lontane da questa regione, amano questa terra a prescindere…, a tal punto da aver improntato la propria  vita a favore di questo meraviglioso universo Calabrese, capace di stupirci ad ogni angolo e in ogni luogo.

I social network oggi, sono saturi di migliaia di iniziative che spesso sono destinati a morire sul nascere per via della cattiva gestione o dell’errato approccio con il territorio da parte dei promotori, Maurizio Iori in poco tempo invece, è riuscito a creare una vera e propria  rete di promozione e marketing territoriale capace di varcare le soglie Europee, e che oggi grazie a questo meticoloso lavoro di ricerca e promozione territoriale viene sempre più riconosciuto in tutto il mondo.

Non si tratta di una Startup e neanche di milionari progetti finanziati da Enti di promozione turistica o Europea, qui stiamo parlando di una vera e propria “missione di vita” che Maurizio è riuscito a trasformare in poco tempo in un movimento sociale capace di  convogliare l’interesse mediatico e dei social network sull’intera costa jonica e sull’Aspromonte (quello meno conosciuto).

Ho conosciuto Maurizio due anni fa proprio sul web, una persona molto semplice, trasparente, idealista e convinto nelle grandi potenzialità di questo territorio. La sua grande passione è sicuramente il mondo dei social network oggi usati ormai da milioni di Italiani di tutte le fasce di età, spesso per le cose più inutili di questo mondo che poco hanno a che fare con la “socializzazione”, ma che spesso nelle mani delle persone giuste possono rappresentare un volano importante di promozione turistica e commerciale.

Con questa testimonianza oggi, voluto mettere in evidenza il ruolo di Maurizio Iori sui social network, che sta avviando numerose iniziative che stanno coinvolgendo tutto il territorio Calabrese, proiettandolo verso  nuove frontiere innovative di successo e che ritengo siano delle vere occasioni di rilancio per il futuro di questa terra abbandonata da decenni a se stessa e dagli stessi Calabresi, ignari forse, delle nuove opportunità di sviluppo e di innovazione territoriale che spesso dipendono dal modo di presentare e presentarsi al mercato Europeo sottoforma di nuovi modelli che devono altresì correre in parallelo con le nuove tecnologie e soprattutto con le nuove pratiche di promozione attraverso i social network ed internet in genere .

Maurizio Iori classe 1964 nasce a Scandiano (RE) da molti anni è residente in Calabria dove lavora per grandi aziende del settore “Non Food”, ha fondato varie pagine di informazione e promozione territoriale su Facebook ma anche su Instagram.

Nel 2015 diventa Admin di @IGreggiocalabria, che conta 8.000 follower, nel 2016 diventa Admin di @IGcalabria che conta ad oggi 18.000 follower, sempre nel 2016 gli viene nominato Community Manager Sud per @igworldclub, primo HUB instagram al Mondo con 720 Admin Mondiali, fondatore di varie pagine Facebook con complessivi 250.000 follower/seguaci, unica Local Guides Italiana Livello 10 (che è il massimo livello nel mondo) su milioni di Local Guides (che sono solo 148), ed oggi impegnato con  Google e Local Guide ed ha fondato sotto l’approvazione degli alti vertici di Google  il “Team Local Guide Area Grecanica” , “Local Guide Reggio Calabria” ed il progetto:  “Calabria 360°”;

Maurizio in poco tempo è riuscito ad imporsi sul web con una serie di tour in lungo e in largo sul territorio, Calabrese che stanno ottenendo numerosi consensi e riconoscimenti grazie all’importanza strategica di questo lavoro, che sta portando la nostra regione ad avere una grande visibilità su scala Nazionale, Internazionale e Mondiale.

Ha già realizzato eventi in scala mondiale sul territorio con gli Instameet di Instagram realizzati rispettivamente a Ferruzzano, Brancaleone, Palizzi, Staiti e già sta lavorando al prossimo evento Instagram Mondiale che in primavera si terrà a Gallicianò il borgo dei Greci di Calabria per eccellenza.

Lo abbiamo intervistato per voi, per cercare di capire su cosa basa il progetto, e comprendere la sua natura ed i suoi scopi.

Cos’è il progetto Calabria 360° e come nasce l’idea?

Il progetto 360° nasce per portare il mondo intero a poter visitare i luoghi della Calabria anche i più sconosciuti nel mondo virtuale di Google Maps, cerco sempre di anticipare i tempi e di usare la rivoluzione digitale in corso, l’idea nasce già nel 2016, ma si concretizza nell estate del 2017 con l’incontro con Massimiliano Pedi, grande Fotografo e Tecnico, ora divenuto Fotografo Ufficiale Google Street View, per i miei progetti cerco sempre le persone migliori in ogni settore, cosi da avere i risultati che ho in mente, persone che ringrazio sempre perché hanno fiducia in quello che faccio.

Quali sono i motivi che ti hanno spinto in questa nuova frontiera della promozione territoriale?

Credo nella comunicazione attraverso il Social Network, fatta con un criterio preciso e mirato, a mio modesto parere Google Maps, sarà sempre più lo strumento che le persone useranno per qualunque tipo di informazione, oggi l’estensione della nostra mano è lo smartphone, per qualunque ricerca, apriamo google e il navigatore ci porta a destinazione o ci fornisce il numero di telefono o ci indica se in quel posto ci sono accessi per disabili, Google ha chiesto a noi LG ( local Guides) negli ultimi mesi di mappare tutti i posti con accesso per le persone con disabilità.

Abbiamo visto che da qualche tempo un’escalation di eventi dedicati alla promozioni di luoghi, borghi, aziende, persone e personaggi. Qual è l’obbiettivo del tuo progetto? 

Portare sempre più persone a visitare le nostre zone, in particolar Modo l’Area Grecanica piena di Tesori, con i tour virtuali a 360° di Brancaleone, Staiti, Ferruzzano, Bova e tanti altri spero che le persone poi vogliano mettere i loro piedi su questo territorio, cosi da poterne apprezzare la bellezza, allo stesso tempo tutte le persone lontane anche emigranti che non tornano da molti anni nella loro terra possono rivedere i luoghi a loro cari.

Tra tanti eventi realizzati fin’ora e tutti di grande successo che ti  hanno catapultato sul web come promoter delle varie eccellenze territoriali. Come recepisce il web e la gente questa innovativa sfida promozionale?  

Credo che la gente ora stia cominciando a capire  l’importanza di far “vedere” al mondo le nostre bellezze paesaggistiche  tramite il web, come detto però ogni cosa deve essere fatta con una comunicazione “POWER WEB”  come la amo definire io, e cioè che quando si fa un evento non deve essere buttato li cosi pensando che forse qualcuno lo vedrà, ma una campagna mirata ed efficace, basta vedere come abbiamo gestito  l’Evento “ASSALTO AL CASTELLO”  di Roccella Jonica il 29 ottobre 2017, per una settimana il popolo del web è stato coinvolto e trascinato a seguire tutto il lavoro prodotto, questo ha fatto si che ci siano state migliaia di condivisioni di foto e video prodotti per quell’ evento, che lo ritengo ad oggi il miglior prodotto che abbiamo realizzato. Unico castello mappato al mondo con i figuranti.

Come pensi possa essere utile al territorio questo progetto ed in genere tutte le iniziative che orbitano intorno al tuo team?

Il territorio non può che guadagnarne in immagine, ho la fortuna di avere con me dei fotografi che sanno rendere meraviglioso tutto quello che si trovano davanti, oggi per vendere un prodotto l’immagine giusta è tutto, anche se il prodotto fosse scadente, non è il nostro caso, ma ricordo a tutti che regioni che hanno molto di meno da far vedere, riescono con le politiche giuste a promozionarsi creando un modello vincente.

Quanto ritieni sia importante il ruolo dei social network in questo lavoro di marketing territoriale?

Tenendo in considerazione che alle 21:00 circa, ora di punta della Sig,ra “Maria” su Facebook , in quel momento sono tutti lì a vedere cosa ci sia di nuovo, credo sia importantissimo sfruttare la comunicazione sui social, spesso le istituzioni tradizionali pensano sia complementare, invece io ritengo che sia fondamentale e primario, le persone vedono prima il network che un manifesto stradale o altre forme di pubblicità, oggi il Network è secondo solo alla TV Nazionale.

I tuoi propositi ed obiettivi futuri?
Istituire una scuola di fotografia e Video Maker, valorizzare l’Area Grecanica con tutte le Pro-Loco di zona, portare il Tour Fotografico nelle zone più belle della Calabria, mappare a 360°  tutti i castelli della Calabria e luoghi difficili da visitare, avere il sostengo della Regione per i progetti che richiedono sforzi e costi spesso importanti, fare un Meetup con Local guides da tutta Italia, ed in fine ma non per ultimo, riuscire ad essere tra le 150 Local Guides che ogni anno sono invitate alla Sede di Google per il Summit Mondiale 2018, spero di farcela e che con me ci sia Max (Massimilano Pedi ), ma questo forse è solo un sogno.